La Scuola del Racconto

 200,00

a cura di Cooperativa Letteraria

3 disponibili

Descrizione

Imparare a scrivere si può. L’importante è scegliere la scuola giusta.

Cooperativa Letteraria organizza un nuovo corso di scrittura di primo livello con lo scrittore Guido Conti.

Sette incontri in cui si leggeranno racconti brevi e brevissimi di autori italiani e stranieri, perché, per imparare a scrivere, si deve prima di tutto imparare a leggere.

Per scrivere bene non esistono regole, bisogna imparare dagli scrittori che spesso di fanno beffa delle regole dello storytelling o dei decaloghi di insegnanti improvvisati. I grandi scrittori sono prima di tutto dei maestri di rigore e di libertà: loro insegnano a scrivere, con i racconti e le raccolte costruite con precise architetture. Entreremo nel loro laboratorio, impareremo le strategie, le invenzioni e le tecniche. Cercheremo di carpirne i segreti.

Sette lezioni di due ore. Martedì 21.00 | 23.00.
Inizio corso 18 ottobre 2022

18 ottobre
Come si scrive un racconto breve
25 ottobre
L’uso degli aggettivi
8 novembre
Il raccontino umoristico
15 novembre
Forme brevi sperimentali
22 novembre
Come si racconta un personaggio
29 novembre
Come lavorare sui registri linguistici
6 dicembre
Le favole moderne
 

Scriveremo e lavoreremo insieme in un laboratorio di scrittura che prevede anche un laboratorio di correzione, riscrittura ed esercizi con lo scrittore Guido Conti.

 

GUIDO CONTI, è scrittore, saggista e pittore. Insegna scrittura e tecniche del racconto dalle scuole primarie ai master universitari di comunicazione e tiene corsi di formazione per insegnanti.

Ha pubblicato i suoi primi racconti nell’antologia Papergang, la terza raccolta degli Under 25 curata da Tondelli. Il successo di critica e di pubblico gli è arrivato grazie a una raccolta di racconti, Il coccodrillo sull’altare, edito da Guanda nel 1998, in cui ci presenta, come anche in Un medico all’Opera (2003), il gran teatro di fatiche e stramberie che è cresciuto intorno al Po e nella campagna emiliana. Ha pubblicato anche i romanzi I cieli di vetro (1999), finalista al Premio Campiello, II taglio della lingua (2000), Il tramonto sulla pianura (2005), La palla contro il muro (Guanda, 2007). Molto attivo in campo culturale, ha dato vita a Parma alla rivista “Palazzo Sanvitale” e alla casa editrice MUP (Monte Università Parma). Con il suo lavoro critico sta riscoprendo testi inediti e rari degli scrittori padani del Novecento, da Guareschi a Zavattini di cui, per Guanda, ha curato, con un’ampia introduzione, gli scritti giovanili, dispersi in quotidiani e riviste. Ha pubblicato anche Giovannino Guareschi. Biografia di uno scrittore (Rizzoli, 2008), Il grande fiume Po: una storia da raccontare (Mondadori, 2012), La profezia di Cittastella (Mondadori, 2016), Scrivere con i grandi (Bur Rizzoli, 2016), Quando il cielo era il mare e le nuvole balene (Giunti, 2018), Cesare Zavattini a Milano (1929-1939) (Libreria Ticinum Editore, 2019), Parma, la città d’oro 1200-2020 (Libreria Ticinum Editore, 2020) e Un giorno tornerò da te (Libreria Ticinum Editore, 2020). Per il “Corriere della Sera” ha ideato e curato la collana “La scuola del racconto” in 12 volumi (2014). Cura su «FuoriAsse – Officina della cultura» le rubriche “I racconti” e “Imparare a scrivere con i grandi”.

Per i ragazzi ha scritto e illustrato la saga della cicogna Nilou: Il volo felice della cicogna Nilou (Rizzoli, 2014), Nilou e i giorni meravigliosi dell’Africa (Rizzoli, 2015) e Nilou e le avventure del coraggioso Hadì (Libreria Ticinum Editore, 2018) tradotti in Corea del Sud, Grecia, Spagna, Austria e Cina; e la favola ecologica tratta da una storia vera Un giorno tornerò da te (Libreria Ticinum Editore, 2020). Ha illustrato libri di favole e libri d’arte.